Menu
  • Carta dei diritti della persona anziana

  • Carta dei servizi

  • GUIDA per i familiari in RSA

R.S.A. (48 posti letto), atto di accreditamento: D.G.R. n. 7/13633 del 14/07/2003
Questa area ha una ricettività massima di 48 posti letto, suddivisi in due unità abitative rispettivamente di 24 posti letto.

Finalità
  • accogliere con modalità residenziale persone anziane non autosufficienti, bisognose di cure, di assistenza e di riabilitazione;
  • offrire una risposta globale e integrata ai bisogni fisici ed affettivi degli anziani;
  • stimolare le capacità residue e limitare le condizioni disabilitanti;
  • garantire, nel limite del possibile, il mantenimento dell’autonomia e dell’autosufficienza.
 Attività

Per ogni ospite anziano viene elaborato un Progetto Assistenziale Individualizzato (P.A.I.). Le principali attività sono:

  • interventi sociosanitari e riabilitativi atti a promuovere e a supportare il benessere fisico, psichico ed esistenziale della persona;
  • animazione per il superamento delle passività e per il sostegno delle capacità personali;
  • gestione della vita quotidiana;
  • interventi educativi di catechesi e animazione spirituale;
  • relazione e socializzazione attraverso attività di animazione, ricreative e di gruppo;
  • uscite sul territorio ove e quando fattibili; disponibilità di ampio parco annesso alla struttura;
  • coinvolgimento delle famiglie e del volontariato.
MODALITÀ DI AMMISSIONE

Per l’accesso ai posti letto accreditati la nostra struttura ha aderito all’ACCORDO LOCALE RSA DELL’AMBITO TERRITORIALE CREMASCO 2017.

Fase 1 – Accoglienza

Il cittadino che intende presentare la richiesta di valutazione può rivolgersi direttamente nel Punto di Accoglienza a lui più vicino o che viene individuato come più coerente con la tipologia di richiesta che intende fare.

Sono Punti di Accoglienza:

  • le RSA presenti sul territorio;
  • i Servizi Sociali comunali, distrettuali e/o di sub ambito;
  • l’Unità Operativa Cure Territoriali dell’ASST, che svolge anche funzione di service per tutti i Punti di Accoglienza
  • il Servizio Sociale ospedaliero
  • le Cure Intermedie Residenziali (C.I.R. ex I.D.R.)

Fasi 2 e 3Valutazione Multidimensionale (VMD) e Programma Assistenziale Individualizzato (PAI).

Presso l’Unità di Valutazione Multidimensionale (UVMD) dell’ASST si realizza la fase di valutazione che consente di giungere alla stesura di un Programma Assistenziale Individualizzato – PAI. Il PAI dovrà contenere la proposta di servizi ritenuta maggiormente rispondente ai bisogni della persona anziana, considerata l’offerta e la disponibilità territoriale di opportunità che possono concorrere anche alla gestione del necessario tempo di attesa rispetto al possibile ricovero in RSA.

Fase 4 – Accesso in RSA

In caso di valutazione positiva per inserimento in RSA da parte della UVMD e di sottoscrizione del PAI, la documentazione completa sarà inviata alla RSA prescelta (scelta primaria e secondarie). La RSA ricevente inserirà il soggetto nella propria lista d’attesa secondo i CRITERI di:

  • priorità sanitaria e sociale assegnata dalla Valutazione dell’UVMD
  • continuità assistenziale
  • residenza dell’utente
  • scelta preferenziale della RSA (prima o seconda scelta)

In caso di aggravamento/peggioramento delle condizioni sanitarie o sociali il richiedente rivolgerà all’UVMD (direttamente o tramite uno dei punti di accoglienza) una richiesta di nuova valutazione corredata da specifica documentazione sanitaria e/o sociale attestante le condizioni cliniche e socio-familiari che hanno condizionato lo stato di aggravamento.

L’aggiornamento, con la relativa documentazione, verrà trasmesso a tutte le RSA scelte dal richiedente che provvederanno ad aggiornare la propria lista d’attesa.

 

IMPORTANTE! PER UTENTI RESIDENTI FUORI DALLA PROVINCIA DI CREMONA:

L’Accordo locale per le RSA prevede piena autonomia di ogni struttura per la gestione degli ingressi di cittadini extra provincia. E’ presente l’apposita modulistica da compilare e consegnare alla struttura che redige una lista di attesa in ordine cronologico di presentazione aggiornata periodicamente. Si specifica che la struttura darà la precedenza per gli accessi in RSA ai residenti sul territorio cremonese pertanto le tempistiche potrebbero essere molto lunghe.

Per ulteriori informazioni: per maggiori dettagli e relativamente alla domanda di inserimento in RSA accreditata è possibile contattare il Servizio sociale della Casa Famiglia.

Dimissioni

In caso di volontà delle parti beneficiarie di recedere dal presente atto si necessita di un preavviso scritto di almeno 15 giorni lavorativi; in caso di non rispetto dei termini, l’Ente procederà all’addebito della retta per i giorni mancanti, salvo tempestiva occupazione del posto letto da parte di altro soggetto.

Retta

Il costo del servizio è coperto dalla quota sanitaria, garantita dalla Regione per il tramite dell’ATS, e dalla retta socioassistenziale, a carico dell’ospite, del familiare o del Comune in base ai singoli regolamenti comunali, che viene determinata dall’Ente Gestore, in via ordinaria annualmente.

Per il 2020 il costo a carico dell’ospite è di rispettivamente 66 € giornalieri.
Inoltre è prevista una cauzione pari a €. 2.000,00 (duemila/00) da versare al ricevimento della fattura.

Prestazioni non comprese nella retta

  • Trasporti (es. per ricoveri, controlli clinici…) effettuati avvalendosi di ambulanza;
  • vestiario personale dell’ospite;
  • eventuale assistenza diurna o notturna durante i ricoveri;
  • rinnovo carta d’identità e foto tessera.

Il costo della retta viene di norma rivalutato ogni anno, per tale voce fare riferimento all’apposito.

Assenza ospiti

L’assenza per ricovero ospedaliero, in una struttura riabilitativa, o per altre ragioni, non comporta nessuna decurtazione della retta che pertanto deve essere corrisposta per intero.